sincert

 

CALCOLO IMU - CALCOLO GRATUITO

Calcolo IMU 2013

Strumento on-line per calcolare l'IMU da pagare sugli immobili di proprietà, prima casa, seconda casa, ecc., con supporto nella compilazione del modello F24 semplificato scaricabile.

Come si calcola l'IMU e dove reperire la rendita catastale

L' IMU, Imposta Municipale Unica, introdotta con la riforma del federalismo fiscale, ha sostituito, a partire dal Gennaio 2012 sia l'Irpef, sui redditi fondiari delle seconde case, che l'Ici. Viene applicata anche sulla prima casa.

Il Decreto Legislativo n. 201 del 2011 anche detto Decreto Salva Italia, ne ha determinato le aliquote e le modalità di calcolo e ne ha accelerato l'entrata in vigore inizialmente prevista per il 2013.

Calcolare il valore catastale dell'immobile

Per calcolare l'IMU come prima cosa va individuata la rendita catastale aggiornata, dato reperibile richiedendo una visura catastale nominativa oppure se si dispone dei dati catastali una visura catastale per immobile.

La rendita catastale, va poi rivalutata del 5%, in base all'aumento previsto per legge, e poi moltiplicata per un valore che dipende dalla categoria catastale e che di seguito riepiloghiamo:

  1. x 160 i fabbricati di categoria da A/1 a A/9; C/2; C/6 e C/7;
  2. x 140 i fabbricati di categoria da B/1 a B/8; C/3; C/4; C/5;
  3. x 80 i fabbricati di categoria A/10 (uffici) e D/5
  4. x 65 i fabbricati di categoria da D/1; D/2; D/3; D/4; D/6; D/7; D/8; D/9 e D/10;
  5. x 55 i fabbricati di categoria C/1 (negozi)

Per i terreni agricoli il valore si ottiene aumentando del 25% il reddito dominicale e moltiplicando poi il risultato per 130, coefficiente che scende a 110 per i coltivatori diretti.

Come calcolare l'importo da versare

Il valore catastale ottenuto va poi moltiplicato per l'aliquota d'imposta IMU, che è stata fissata allo 0,76% per tutte le tipologie di fabbricati sopra riportati, con l'eccezione della prima casa per la quale è stata prevista un'aliquota agevolata dello 0,4%.

Ai Comuni è stata lasciata la possibilità di aumentare o diminuire dette aliquote dello 0,2% per la prima casa e dello 0,3% per le altre tipologie.

Detrazioni

Oltre all'aliquota agevolata, la prima casa potrà usufruire di un ulteriore sconto pari a € 200,00, oltre a € 50,00 per ogni figlio residente nell'abitazione e di età inferiore a 26 anni, fino ad un massimo di € 400,00.

Quando si paga l'Imu

Le scadenze dell'Imu per il 2013 sono le seguenti, per tutte le tipologie d'immobile:

  • prima rata entro il 17 Giugno 2013 (il 16 Giugno cade di Domenica)
  • seconda rata entro il 16 Dicembre 2013

Fino al 30 Aprile 2013 è stata data la possibilità ai singoli comuni di ritoccare l'aliquote per la determinazione del saldo dell'imposta.

Nel caso in cui il Comune non approvi nuove aliquote, si applicano quelle deliberate dallo stesso ente per il 2012.
Nel caso in cui, per il 2012, il Comune non avesse deliberato nulla, si applicano le aliquote standard: 0,4% prima casa, 0,76% altri immobili.

I Comuni che decidono di cambiare le aliquote, devono inviare le nuove deliberazioni esclusivamente per via telematica, nell'apposita sezione all'interno del sito del dipartimento delle Finanze, entro il 23 aprile 2013.

Come si paga la rata dell'IMU

  • attraverso l'F24 della propria banca (home banking)
  • online dall'area F24 Web del sito dell'Agenzia delle Entrate
  • dal 01.12.2012 anche tramite bollettino postale

ASSISTENZA GRATUITA

800 810 118

Opinione del cliente

4,6 su 442 recensioni

Servizi correlati
VISURA CATASTALE NOMINATIVA
È la visura del Catasto che si ottiene attraverso la ricerca per nominativo. Riporta anche la rendita catastale utile per il calcolo dell'IMU
VISURA CATASTALE SU IMMOBILE
Si ottiene tramite indirizzo dell'immobile o per Foglio e Particella. Riporta anche la rendita catastale per il calcolo dell'IMU.